Alcuni laureati EACT

 

Chi sono i nostri studenti? Che percorso hanno fatto, su cosa hanno fatto la tesi, e cosa stanno facendo dopo essersi laureati? Ecco alcuni di loro, per farsi un'idea dei profili, delle opportunità durante il corso e delle prospettive post-laurea. Con molti altri è facile mettersi in contatto attraverso la pagina Facebook del Corso di Laurea.

 

EACT nella sua forma attuale ha preso avvio nell'a.a. 2013-14 e ha visto uscire la prima coorte di laureati nel 2014-2015. Gli Alumni  laureati prima del 2014 appartengono al percorso Economia e Politiche dell'Ambiente (EPA) della laurea magistrale in Svliluppo, Ambiente, Cooperazione dell'Università di Torino, di cui il percorso EPA di EACT rappresenta una continuanzione ed estensione.

 

Ludovico Panzieri

 

Laureato nel 2011, 110/110 con tesi su "Aspetti economici delle tecnologie di carbon capture and storage". Erasmus nel 2009 presso il Master in Energy, Natural Resources and the Environment della Norwegian School of Economics and Business Administration (Bergen).

Dopo la laurea: Maggio-Settembre 2011: United Nations, Geneva, Switzerland (Collaborazione con le principali agenzie ONU operanti nei settori ambientali e scientifici (IPCC, WMO, UNEP, ITU)- Gestione delle relazioni tra il Ministero dell’Ambiente e le Organizzazioni Internazionali a Ginevra- Valutazione di bandi internazionali in materia ambientale- Analisi e proiezioni dei costi di inazione dovuti ai cambiamenti climatici).

2012-14: Consultant presso RGA - sustainability, Milano. Nel 2014-2015 lavora come Senior Consultant presso EY (Milano), dove si occupa di definizione di strategie di CSR - Redazione di report di sostenibilità - Implementazione di sistemi di gestione aziendali secondo gli standard ISO 9001, ISO 14001, ISO 50001 e OHSAS 18001 - Verifiche di compliance normativa e di sistema in materia di ambiente e sicurezza. Dal luglio 2016 è Sustainability Program Manager di Magneti Marelli (Milano), dove è responsabile del  coordinamento worldwide del Sustainability Team. 

Fulvia Nada

 

Laureata nel 2011, 110/110 con lode e menzione, con tesi su "Pilot study at the local level concerning the use of the accounting module NAMEA applied to wastewater", ricerca svolta in collaborazione con la Direzione Ambiente - Gestione Risorse Idriche della Regione Piemonte. 

Dopo la laurea: June – September 2011: Internship at Stony Brook University, NY (USA). September – October 2011: Research Assistant presso International Centre for Economic Research (Torino).  January – May 2012: Internship presso Fondazione per l'Ambiente, Turino. Dal 2012 lavora come Project Manager presso Turin School of Local Regulation, Fondazione per l'Ambiente, Torino. 

Pietro Baldovin

 

Laureato nel 2011, 110/110 con tesi su "Regolazione e partecipazione pubblica nella gestione del servizio idrico Italiano: un confronto con il modello Inglese". Erasmus nel 2009 presso il Master in Energy, Natural Resources and the Environment della Norwegian School of Economics and Business Administration (Bergen). Internship finalizzata alla tesi di ricerca presso Unesco Centre for Water Law, Policy and Science at the University of Dundee (Scotland), October 2010 – December 2010. 

Dopo la laurea: July 2011 – feb 2014: Power Trader presso A2A Trading (Milano): Trading & Portfolio Management, International Energy markets.  Dal marzo 2014 lavora presso la European Federation of Energy Traders (Bruxelles) nel ruolo di Secretary of Task Force Italy for Electricity and Gas Markets.

Giulia Vassallo

 

Laureata nel 2011, 110/110, con tesi su "L’impatto sociale, sanitario e  ambientale di un campo Rom: uno studio di valutazione economica". 

Dopo la laurea: 2011: staff di Presidenza Associazione Terra del Fuoco , Torino: Coordinamento e assistenza delle attività di Presidenza; Gestione dei rapporti con le istituzioni. Novembre 2011 – Maggio 2012: Master full-time in Management Energia e Ambiente della Business School Sole 24 ore, Milano. Dal 2012 lavora presso Acea Ato 5 S.p.A, Gestore del Servizio Idrico Integrato dell’ATO 5 Lazio Meridionale: inizialmente con compiti di verifica degli obblighi normativi volti alla conformità dei sistemi di gestione, poi nello staff di presidenza con particolare attenzione al monitoraggio di alcuni processi critici dell'idrico. Dal 2016 si occupa di gestione operativa per il monitoraggio degli indicatori della qualità del servizio previsti dall'AEEGSI.

Andrea Locatelli

 
Laureato nel 2011, 110/110 con lode e menzione, con tesi su "La generazione elettrica da fonte nucleare in Italia: una simulazione di scenari con modelli Markal-Times", con stage  presso il Dipartimento di Energetica del Politecnico di Torino.

Dopo la laurea: 2012: Customer support Representative presso Rational F.t. Services Ltd. (Dublin, Ireland). 2013: European Proxy Research Associate presso Glass, Lewis & Co. (Limerick). Dal 2013 lavora presso Smartbox Group (Dublin, Ireland) come Financial reporting analyst. 

Gianmaria Roatta

 
Laureato nel 2011, 110/110 e lode, con tesi su "Il potenziale energetico rinnovabile nei comuni alpini".

Dopo la laurea: 2011-12: stage presso Marcopolo Engineering Spa, Borgo san Dalmazzo.  Giemme informatica (Promozione gestionali informatici). Consulente studio Mao Basiglio, Mondovi (Ricerca socio-economica sulle potenzialità agroalimentari in Provincia di Cuneo. Analisi dati, business plan).

Dal 2013 al 2016 ha lavorato presso GE Capital Italia come financial services operator. Dal gennaio 2017 è Disbursement Analyst presso Banca IFIS (Mondovì). 

 

"Dopo la laurea triennale in Studi Internazionali, volevo concludere il mio percorso di formazione frequentando un corso di laurea innovativo e capace di fornirmi gli strumenti necessari per affrontare il mondo del lavoro. Ho scelto di iscrivermi al corso di laurea in Economia e Politiche dell'ambiente che ha pienamente soddisfatto le mie aspettative. L'ambiente in cui sono stato accolto era dinamico, stimolante e familiare. I professori, giovani ma comunque di grande esperienza, hanno saputo trasmetterci passione e interesse per le materie trattate.Tutti i corsi, infatti, erano strutturati in modo da garantire coinvolgimento degli studenti e interazione con gli insegnanti. La teoria era abbinata allo studio di casi reali, numerose esercitazioni e approfondimenti. Ad esempio, gli studenti del mio corso sono stati coinvolti nella elaborazione dello studio "La contabilità ambientale inter-provinciale. Emissioni in atmosfera organizzate secondo la struttura NAMEA a Cuneo e Alessandria". È stata un’esperienza che ha responsabilizzato molto me e i miei compagni, ci ha dato l'occasione di metterci alla prova. Con la supervisione della responsabile del progetto, i risultati ottenuti sono stati motivo di orgoglio e soddisfazione: lo studio è stato pubblicato all'interno del Rapporto Stato e Ambiente ARPA 2010.  La mia esperienza nel mondo del lavoro mi permette di affermare che, in ogni caso, le basi economiche e giuridiche apprese durante il corso di laurea specialistica sono spendibili in numerosi settori, non solo quello ambientale. Questo è un altro aspetto positivo del corso: la preparazione che fornisce permette di rispondere a domande di lavoro eterogenee."

 

Davide Natalini

 

Laureato nel 2012, 110/110, con tesi su "Choosing Transports: an empirically grounded agent-based model on American household daily trips".

Durante le stesura della tesi ha collaborato come research assistant al progetto di ricerca 'Green Economy Research on the Mediterranean Environment'  del Collegio Carlo Alberto (Turin, Italy).

Dopo la laurea: ha vinto una borsa per continuare gli studi e ha conseguito nel giugno 2017 il Ph.D. presso la Anglia Ruskin University a Cambridge, UK.  Il suo tema di ricerca riguarda 'agent-based models to investigate the diffusion of global food production shocks and their consequences in terms of increased prices and increased national political fragility and food riots'. Ha anche sviluppato scenari per testare l'impatto dei blocchi sulle esportazioni durante la crisi alimentare globale del 2008. Collabora con la UK-US Taskforce on the Impact of Extreme Weather on US/UK Food Security. Dal 2016 lavora come Research Assistant presso il Sustainability Institute, sempre presso la Anglia Ruskin University di Cambridge.

Luca De Girolamo

 

Laureato nel 2011, 104/110, con tesi su ""La biomassa: una FER a rapido sviluppo. Studio della filiera a oli vegetali e sulla sostenibilità ambientale ed energetica dei biocombustibili". Stage presso società Veolia Acqua e SICEA S.p.a. (Società italiana costruzione esercizio acquedotti): creazione e implementazione di database normativo ambientale nell’ambito del Sistema di Gestione Ambientale del gruppo.

Dopo la laurea: Nel 2012 ha conseguito la qualifica di "Tecnico per l'Ambiente - Gestione Risorse Energetiche" (Istituto Forte Chance Margherita/finanziato da REGIONE PIEMONTE FONDO FSE) e ha svolto uno stage presso Euroenergy S.p.A. - Eurocons s.c.a.r.l. (consulenza agli impianti fotovoltaici con analisi di Check-up, dimensionamento e rendimento finanziario).  Nel 2012-13 ha lavorato per ENERGY LIFE GROUP SRL (Arezzo) (organizzazione, gestione di progetti nel campo energie rinnovabili) e poi per Connet.to (Torino): Consultant (biomass energy, environmental communication, supporting national and European funds). Nel 2013 ha lavorato come Environmental Consultant (FER, Sustainability, environmental policy) presso Connet.to s.r.l (Torino) (progetti agricoli ISMEA incentrati sulla sostenibilità energetica, produzione di energia da biomasse, RSU, FER. Responsabile regionale per il WWF PIEMONTE e VALLE d'Aosta della  campagna nazionale "Riutilizziamo l'Italia" contro il consumo di suolo e riqualificazione di aree/edifici in disuso. Attualmente lavora presso AKronos Technologies s.r.l. (Torino), società di consulenza ingegneristica e tecnologica per grandi aziende, come consulente energie rionnovabili e bioenergia. Si occupa di norme tecniche e legislative relative a bioenergie, biomasse e biocarburanti.

Ilda Dreoni

 

Laureata nel 2011, 110/110 e lode, con tesi su "Il ruolo potenziale di indicatori di contabilità ambientale in un sistema fiscale federalista".

Dopo la laurea: September – December 2011: Research assistant at the University College Dublin - School of Geography, Planning and Environmental Policy, Dublin, Ireland. 2012 – 2013: Researcher at the European Commission, Joint Research Centre, Ispra, Italia.  Ora PhD Student in ecological economics  presso la University of Southampton, United Kingdom.

 

"Ho scelto di frequentare questo corso di laurea dopo la conclusione di un percorso triennale in Economia dello Sviluppo all'Università di Firenze, mossa dall’esigenza di approfondire le tematiche ambientali. Ho trovato il corso estremamente interessante, soprattutto per il carattere multidisciplinare e operativo degli insegnamenti, nonché molto professionalizzante. Successivamente alla laurea ho collaborato come assistente di ricerca presso la School of Geography, Planning and Environmental Policy dell'Università di Dublino, dove mi sono occupata di cambiamento climatico e politiche di adattamento, e presso il Joint Research Centre della European Commission - Institute of Environment and Sustainability, dove mi sono occupata di valutazione di servizi ecosistemici nel contesto di un’analisi di impatto delle politiche di coesione dell’Unione Europea. Per il mio futuro ho intenzione di continuare a lavorare nel campo della ricerca applicata a supporto delle politiche ambientali con la speranza di riuscire a dare un contributo in direzione di una maggiore sostenibilità. Il percorso magistrale in Economia e Politiche dell’Ambiente ha rappresentato per me un’importante opportunità formativa che mi ha permesso di crescere, rafforzare la mia consapevolezza, e prendere una direzione ben definita nella mia vita professionale."

Sara Capello


Laureata nel dicembre 2013, 110/110, con una tesi su "Misure di mitigazione e adattamento al cambiamento climatico: il ruolo delle città".

Dopo la laurea: da aprile a settembre 2014 stage remunerato di 6 mesi presso la Camera di commercio di Torino, Settore Informazione ambientale, con la possibilità di acquisire conoscenze sulla normativa e gli adempimenti coinvolgenti le imprese appartenenti alla filiera dei rifiuti, dai produttori ai gestori.
Da ottobre ad aprile 2014 nuovo stage remunerato presso la Provincia di Torino, nell'ambito delle politiche di sostegno alle attività produttive ed allo sviluppo del territorio di competenza dell’ente. 2014: Camera di Commercio di Torino - Settore Informazione Ambientale. Dal 2015 addetta gare d'appalto presso GR Company s.r.l.Turin Area.

Annamaria Mazzoni

 

Laureata nel dicembre 2013, 110/110, con lode e dignità di stampa, con una tesi su "Evaluation of the socio-economic impacts of climate change in hyper-arid environments". Stage di ricerca per la stesura della tesi presso California Institute of Technology & Kuwait Foundation for the Advancement of Science. Insieme al team del Caltech ha partecipato come Osservatore delle Nazioni Unite e reporting officer alla COP-18 del Kyoto Protocol a Doha (novembre 2013). 

Dopo la laurea: Ha lavorato al Caltech dal  2014 al 2016 ad un progetto di ricerca internazionale USAID. Dal 2016 è ricercatrice presso la Qatar Foundation (Doha), dove lavora a progetti relativi all'impatto del cambiamento climatico sull'idrologia dei paesi del Medio Oriente. Contemporanemente sta studiando per conseguire un Dottorato in Economia presso l'Università di Torino.

 

"La mia esperienza nel percorso magistrale in Economia e Politiche dell'Ambiente all'Università di Torino è stata estremamente utile e positiva. L'insieme equilibrato di corsi teorici e applicati mi ha fornito una vasta competenza sugli aspetti scientifici, tecnici, socio-economici e politici delle dinamiche ambientali. La didattica e l'ambiente di lavoro sono stati così stimolanti da spingermi ad approfondire la mia ricerca al di là dell'ambiente accademico. Durante la mia Master Thesis Internship presso il California Institute of Technology ho sperimentato direttamente l'utilità di ciò che avevo studiato nel lavoro sul campo. Per queste ragioni sono estremamente soddisfatta di tutto il percorso biennale e sempre più convinta che non avrei potuto fare scelta migliore".

Vincenzo Iacomo

Laureato nel Dicembre 2013, 108/110, con una tesi su "Common Agriculture Policy and climate change”.

Dopo la laurea: appena laureato ha vinto un Assegno di Ricerca annuale presso il Dipartimento di Economia e Statistica dell'Università di Torino, con il quale ha collaborato a un progetto di ricerca su 'Alternative food networks' da Febbraio 2014 a Marzo 2015.  Subito dopo ha iniziato uno stage presso IKEA Group (Torino), dove dal Settembre 2015 è stato assunto a tempo indeterminato come Sustainability specialist. Progetta e sviluppa strategie per migliorare la gestione dell'energia, dell'acqua, dei rifiuti, del riciclaggio, della mobilità, oltre ad occuparsi di campagne e progetti sociali con associazioni ed enti del territorio.

Saverio Ragazzi

 

Laureato nel marzo 2014, 110/110 e lode, con una tesi su "The financial mechanisms implemented by the UNESCO World Heritage Center to combat climate change: a comparison between REDD+ and CMD". Ha svolto all'estero parte del lavoro di ricerca necessario per la stesura della tesi, con uno stage di 5 mesi presso l'UNESCO (Parigi).

Dopo la laurea: da Luglio 2014 è stato inserito in un progetto del Centro Estero per l'Internazionalizzazione Piemonte e ha lavorato in una piccola azienda nell'area export. Nel 2015 ha partecipato a uno SVE di 6 mesi in Belgio (gestione aree protette) e a uno in Turchia (Reduce-reuse-recycle). Nel 2016, Project manager assistant per CeLIM Milano su un progetto di protezione ambientale in Zambia (alternative sources of energy with low environmental impact and income generating activities). Selezionato per l'United Nations Fellowship 2016-2017, dal gennaio 2017 lavora per l'UNFCCC - United Nations Framework Convention on Climate Change in Togo, su capacity building, comunicazione e scrittura di progetti inerenti al cambiamento climatico. Un suo articolo (2016): "New energies against deforestation".

Erica Seidita

 

Laureata nel Luglio 2014, 108/110, con una tesi su "La contabilita ambientale a livello locale e i sistemi informativi ambientali nei paesi dell'Unione Europea". Stage remunerato di 5 mesi (Borsa Schuman) presso il Parlamento Europeo a Bruxelles, con la possibilità di svolgere missioni anche presso le altre due sedi del parlamento (Luxembourg e Strasbourg), dal marzo a fine luglio 2014. 

 

Dopo la laurea: Subito dopo la Laurea Magistrale, nel settembre 2014, ha iniziato uno stage Schuman presso il Parlamento Europeo. Successivamente ha ottenutto un contratto per continuare a lavorare come intern assistendo un parlamentare italiano membro coordinatore in commissione ITRE (Industria Telecomunicazioni, Ricerca ed Energia), con compiti di ricerca negli ambiti energetici e ambientali (economia circolare, risparmio ed efficientamento energetico, resilienza, permacultura,  sharing economy e beni comuni). E' ancora a Bruxelles: dal marzo 2016 ha ottenuto un contratto come Assistente parlamentare fino a fine legislatura (2019).

Stefano Menegat

 

Laureato nel Settembre 2014, 110/110, con lode e dignità di stampa, con una tesi su "Alternative Food Networks, analisi di mercato e meccanismi di diffusione". Parte della tesi è stata svolta in Canada con un soggiorno di ricerca di tre mesi presso le città di Montreal e Toronto.

Dopo la laurea: da Settembre 2015 dottorando in Ecological Economics presso il dipartimento di Natural Resource Science della McGill University a Montreal, nell’ambito del progetto di ricerca internazionale “Economics for the Anthropocene” (in collaborazione con il GUND Institute della University of Vermont).

 

“Il percorso EACT è sicuramente un ottimo punto di partenza per lo sviluppo dei propri interessi in un percorso professionale o di ricerca. Diversi corsi hanno un programma di grande qualità e docenti motivati, preparati e professionali. Due consigli per i futuri studenti: fate un Erasmus, non fate come me che non ho sfruttato questa bella occasione! E, se riuscite, prendetevi il vostro tempo per fare una bella tesi, fatela per voi stessi, non per i professori né per i futuri datori di lavoro, fatela per rispondere alla vostra curiosità e per mettere alla prova quello che avete imparato”.

Fabio Cassanelli 

 

Laureato nel Dicembre 2015, 103/110, con una tesi su "La Città Protettiva tra distopia orwelliana e smartness. Metodi e tecnologie della città intelligente".
Dopo la laurea: Dal marzo 2016 lavora come analista anti-contraffazione presso la società Convey S.r.l. di Torino.

 

Da sempre interessato ai temi delle politiche europee, della lotta alla criminalità organizzata e dello sviluppo territoriale, ho trovato nel corso di laurea EACT tutti gli strumenti (statistici, economici e sociali) per comprendere e analizzare i fenomeni e le realtà più complesse - come quella del mio attuale ambito lavorativo. Combattere il commercio di beni contraffatti, prodotti molto spesso in fabbriche che non tutelano né l'ambiente né i diritti dei lavoratori, ha non solo forti valenze etiche ma anche strategiche per la tutela della proprietà industriale e intellettuale.

Chiara Brunisso

 

Laureata nel marzo 2015 con 110/110 Lode e Menzione, con una tesi dal titolo "Valutazione della vulnerabilità costiera italiana: analisi dell'Indice Eurosion". Lo stage di ricerca tesi si è svolto presso il LARTU - Laboratorio di Analisi e Rappresentazioni Territoriali ed Urbane di Torino. 

Dopo la laurea: Aprile 2015 - Settembre 2015: Borsista del progetto Uni.coo Unito for International Cooperation in Etiopia, con una ricerca sul campo dal titolo "WGEthiopia: Identificazione di indicatori di genere sull'accesso e la gestione dell'acqua in Etiopia". Da settembre 2015 ricopre il ruolo di Intern in Project Management presso Hydroaid - Water for Development Management Institute di Torino, all'interno del progetto di formazione Cambia-mente.

 

"Il corso ha interessato gli ambiti fondamentali in sui si articola l'Economia dell'Ambiente, fornendo gli strumenti per la comprensione approfondita delle problematiche ambientali con approccio sia tecnico che politico e socio-economico. All'interno del panorama di formazione, è possibile caratterizzare il proprio percorso di studi grazie agli esami a scelta, ricevendo al tempo stesso dai corsi principali una solida base di conoscenze sulla gestione delle problematiche ambientali più rilevanti. E' inoltre consigliatissimo approfittare delle occasioni di lavoro di gruppo per dare applicazione a quanto appreso, così come dei programmi di stage e di esperienza all'estero. Le figure professionali che si occupano di cambiamento climatico e problemi ambientali assumeranno importanza crescente in tutti gli ambiti lavorativi, e, se ora può sembrare che questi ruoli non siano ancora affermati, tra qualche anno ci si chiederà come abbiamo fatto a non considerarli fondamentali già molto prima di allora."

Eleonora d’Elia

 

Laureata nel dicembre 2015 con 110 e lode/110 e dignità di stampa, con una tesi su “Cost-Benefit analysis of a groins system on the North-West Portuguese coast.” Erasmus traineeship presso CESAM (Centre of Environmental and Marine studies - University of Aveiro – Portugal)

Dopo la laurea: Stage remunerato con Borsa di studio presso il DIST (Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio), Università di Torino e Politecnico di Torino, su “valutazione della città candidata ad ospitare le competizioni dello sport della vela nell’ambito della preparazione del dossier di candidatura di Roma per l’assegnazione dei Giochi Olimpici Estivi del 2024”

Simone Bernava

Laureato nel dicembre 2015 con 105/110, con una tesi su “Analysis of policies for international artistic mobility”. Il lavoro di tesi è stato presentato in occasione del “Eurocities Cultural Forum 2015” a Lubiana.

 

Dopo la Laurea: Gennaio 2016 – Luglio 2016: come presidente di una realtà culturale ha sviluppato un progetto d’arte contemporanea e di Land Art con finanziamenti pubblici e privati. Attualmente lavora come Business Developer presso la sede Generali Italia di Milano.

 

Unire prassi e teoria, fornendo strumenti utili e spendibili in ambito lavorativo; dalla stesura del Business Plan all’analisi di un sistema territoriale complesso, dai progetti di ricerca sul campo all’individuazione degli stakeholder: queste sono alcune delle sfide che il corso EACT permette di affrontare. Gestire la complessità di un sistema sociale ed economico in continuo cambiamento, relazionarsi con il contesto europeo ed internazionale, rimanendo attenti a cogliere le opportunità e le domande di quello locale. Torino e il Piemonte come laboratorio aperto d’innovazione.”

Giuseppe Cornelli

Laureato nel 2016 con 106/110 con tesi su "Riflessioni sulle relazioni tra dimensione culturale e sviluppo sostenibile: elementi e pratiche di sostenibilità nella gestione di siti UNESCO" in Economia della Cultura.

Durante il percorso di studi svolge l’attività di tutor agli studenti del master in “World Heritage and Cultural Projects for Development”, presso il campus ILO di Torino.

Dopo la Laurea: Inizia un master in “Management e Creatività dei Patrimoni Collinari” dell’Università di Torino, svolgendo una internship al Consiglio Nazionale delle Ricerche. E' collaboratore esterno presso l'International Labour Organization, dove lavora come Tutor del Master in "World Heritage and Cultural Projects for Development"; è vicepresidente dell’associazione culturale Janela, fondata con altri ex studenti dello stesso corso di laurea.

 

Cecilia Sacerdoni

Laureata nel marzo 2016, con una tesi su “Al di là dell’ascolto: efficienza, sostenibilità e innovazione dell’Accademia corale Stefano Tempia”. Uno studio incentrato sulla situazione di quelle piccole realtà musicali che vivono grazie al sostegno degli enti pubblici, ma si trovano a dover affrontare costi sempre più elevati e ricavi sempre più esigui.

Dopo la laurea: Luglio 2016 – Dicembre 2016: Stage presso l’Ufficio Cultura, Sport ed Eventi del Comune di Venaria Reale (TO). Si è occupata della programmazione, organizzazione e realizzazione di eventi, manifestazioni culturali e artistiche, incontri letterari, con l’obiettivo di favorire il turismo e la valorizzazione del territorio.

Il percorso Cultura e Territorio è un ottimo punto di partenza per comprendere i meccanismi e la struttura di un sistema complesso, eterogeneo e mutabile quale è quello culturale. L'approccio economico di analisi della domanda e dell'offerta, degli elementi endogeni ed esogeni che incidono su di essa, degli attori coinvolti, é accompagnato e integrato dallo studio del valore tangibile e intangibile di un'opera d'arte o di un paesaggio, dalla ricerca di strategie che rendano un bene culturale fruibile alla collettività, con lo scopo di ideare, produrre e gestire un progetto culturale che valorizzi e rinnovi le risorse locali, che favorisca un turismo sostenibile, dove la cultura diventa soggetto e non oggetto di sviluppo. Mi sono confrontata con un corpo docenti preparato e motivato che è riuscito a stabilire un rapporto sinergico con ogni alunno."

Rosa Ficarra

 

Laureata nel marzo 2016, 110 e Lode con Menzione. Tesi di ricerca dal titolo “Prospettive di mercato nel settore dei trasporti: analisi delle prestazioni economico-ambientali di nuovi veicoli” in collaborazione con il centro ricerche ENEA all’interno del programma IEA-ETSAP (International Energy Agency – Energy Technology System Analysis Program).

Dopo la laurea: aprile–dicembre 2016: Trainee presso Allianz Risk Transfer, London (UK).

Dal gennaio 2017 lavora come Deal Operations Analyst presso Allianz Risk Transfer, London (UK) nell’ambito del Weather Risk Management e delle Climate Solutions. La mia figura si inserisce nel processo di sottoscrizione del rischio: nella fase di valutazione mi occupo di raccolta di dati meteorologici; nella fase di Pricing dello strumento derivato, di analisi delle serie storiche; e infine nella fase di Settlement costruisco semplici modelli matematico-statistici per tracciare l’andamento del prodotto finanziario in base alle condizioni meteorologiche, ambientali e del mercato dell’energia
 

Cristian D'Affuso

 

Laureato nell’aprile del 2018 con la votazione di 103 su 110. Tesi di ricerca dal titolo “LA SOSTENIBILITÀ
DEGLI EVENTI E LA NORMA ISO 20121: IL CASO DEL SALONE NAUTICO DI GENOVA
” in
collaborazione con UCINA – Confindustria Nautica e in particolare con la sua società partecipata I Saloni
Nautici.

Dopo la laurea: L’inserimento durante la compilazione della tesi all’interno dell’organizzazione del Salone
Nautico Internazional
e
(che si svolge a Genova a settembre) mi ha permesso di approfondire e di far conoscere l’importanza che le pratiche per la sostenibilità rivestono anche nell’industria degli eventi. Dall’agosto 2018 è iniziata una collaborazione che mi ha portato a svolgere la funzione di responsabile per la sostenibilità dell’evento e del suo sistema di gestione. Impegno volto a certificare l’evento secondo la normativa ISO 20121. Le argomentazioni trattate nella tesi hanno interessato anche altri eventi. E’ il caso del Brompton World Championship 2018, evento Internazionale svoltosi a Torino nel Maggio è stato analizzato e utilizzato come caso studio in collaborazione con il prof. Beltramo del Dipartimento di Economia e Management.

TESI PREMIATE

 

Molte tesi di laureati EACT in questi anni hanno ricevuto premi e riconoscimenti. Alcuni esempi:

 

Strumenti GIS per l’analisi di vulnerabilità delle aree agricole in ambito fluviale. Il caso studio del Torrente Varaita (CN), di Chiara Massolin. I Premio, Comitato Italiano per la Riqualificazione Fluviale (CIRF), febbraio 2016.

 

La biomassa: una FER a rapido sviluppo. Studio della filiera a oli vegetali e sulla sostenibilità ambientale ed energetica dei biocombustibili, di Luca De Girolamo. Premio Ecologia Laura Conti - Ecoistituto del Veneto, ottobre 2014. 

 

Politiche di mitigazione del cambiamento climatico: il ruolo delle tecnologie Carbon Capture and Storage nel Clean Development Mechanism, di Giorgio Canana. 
Premio Ambiente Domani della Camera di Commercio di Torino. Pubblicata su Torino Ambiente giugno 2014.

 

Valutazione dell'applicabilità di metodologie Life Cycle Costing ad appalti pubblici ecologici, di Eleonora Bianco. Premio Ambiente Domani della Camera di Commercio di Torino. Pubblicata su Torino Ambiente maggio 2012

Gli Appalti Pubblici Verdi nella ristorazione collettiva, di Ingrid Fregnan. Premio Ambiente Domani della Camera di Commercio di Torino. Pubblicata su Torino Ambiente novembre 2012

Strumenti per lo studio del comportamento delle imprese nel sistema di Emission Trading europeo, di Letizia Zanella. Premiata dall’Università degli Studi di Torino come Miglior Tesi del Corso di Laurea per l’Anno Accademico 2010-2011.

 

La biomassa: una FER a rapido sviluppo. Studio della filiera a oli vegetali e sulla sostenibilità ambientale ed energetica dei biocombustibili, di Luca de GirolamoPremio Ambiente Domani 2011
 della Camera di Commercio di Torino. Tesi Pubblicata sul mensile "Torino Ambiente" maggio 2011. 

 

Pilot study at the local level concerning the use of the accounting module NAMEA applied to wastewater, di Fulvia Nada. Premio Ambiente Domani della Camera di Commercio di Torino. Pubblicata su Torino Ambiente, year 5, number 3, novembre 2011.

 

Evaluation of the socio-economic impacts of climate change in hyper-arid environments, di Annamaria Mazzoni. Premiata dall’Università degli Studi di Torino come Miglior Tesi del Dipartimento di Economia e Statistica per l’Anno Accademico 2012-2013.

 

L'industria dell'acquacultura nel Mediterraneo: Cambiamento climatico e produttività, di Lidia Primiani. 

Alternative food networks: Analisi di mercato e meccanismi di diffusione, di Stefano Menegat. Medaglia d'argento come migliori tesi dei Corsi di Laurea SAC e EACT per l'Anno Accdemico 2013-14. 

 

 

 

 

 

 

CAMPUS LUIGI EINAUDI

Lungo Dora Siena 100, 10153 Torino

sito ufficiale: www.didattica-est.unito.it