ll percorso Economia e Politiche della Cultura è finalizzato a sviluppare competenze relative all'analisi dei sistemi territoriali e all'impiego delle risorse culturali e delle industrie creative come fattore per lo sviluppo locale, la qualità e la coesione sociale e il posizionamento competitivo dei territori.

 

Finalizzando il piano di studio in questa direzione si acquisiscono competenze per comprendere il legame tra i sistemi territoriali e la valorizzazione dei patrimoni, delle risorse e delle filiere culturali, con particolare attenzione alle politiche di sviluppo locale fondate su cultura e industrie creative.

 

 

 

 

 

 

 

Funzione in un contesto di lavoro
Le principali funzioni che i laureati che scelgono questo percorso di studi svolgeranno riguardano l'analisi della domanda e dell'offerta di servizi culturali e di valorizzazione territoriale, la programmazione e valutazione di strategie e politiche territoriali
e di rigenerazione urbana e la progettazione integrata nell'ambito di programmi europei, nazionali e regionali.


Competenze associate alla funzione
Le competenze acquisite dal laureato per svolgere le sue funzioni professionali riguardano la conoscenza approfondita dei principali temi relativi alle strategie di sviluppo locale basate sulla valorizzazione delle risorse culturali e delle industrie
creative, e degli strumenti analitici necessari per sviluppare strategie di governance territoriale o di impresa nel campo dei servizi culturali. In particolare, queste competenze includono la capacità di:
- sviluppare valutazioni economiche di sistemi culturali locali e progetti nel campo culturale e nella promozione territoriale;
- analizzare e trattare anche in modo georeferenziato i dati per la programmazione regionale e locale;
- preparare e gestire progetti di promozione territoriale e culturale a livello nazionale e comunitario;
- progettare e valutare politiche e strumenti di promozione territoriale mediante la valorizzazione dei sistemi culturali e delle industrie creative;
- fornire consulenze alle imprese e alle organizzazioni non profit su strategie di produzione di beni e servizi culturali e turistici legati alla promozione del territorio.



Sbocchi professionali
Gli sbocchi professionali sono orientati in generale verso istituzioni pubbliche, private e non profit con competenze e progetti nel campo della cultura e della promozione territoriale. Più in particolare, i principali profili di riferimento per il laureato sono:
consulente/esperto in organizzazioni internazionali; esperto nell'allestimento e valutazione di politiche e progetti di valorizzazione culturale in istituzioni pubbliche e private; city manager; imprenditore culturale e turistico; ricercatore in ambito
economico, sociologico e di geografia economica.

ECONOMIA E POLITICHE DELLA CULTURA

Sbocchi occupazionali e professionali: 

Specialista in sistemi culturali e territoriali
 

Piano di studi (coorti 2018-19 e 2019-20)

 

Il Piano di Studi prevede insegnamenti in comune fra i due percorsi e insegnamenti specifici per le due specializzazioni, in Economia e Politiche dell'Ambiente (EPA) e in Economia e Politiche della Cultura (EPC):  

Piano di Studi coorte 2018

Piano di Studi coorte 2019

‚Äč

I Crediti liberi vengono utilizzati per inserire in Piano di Studi due ulteriori esami fra quelli a scelta offerti dal CdS oppure da altri CdS dell'Ateneo, o dal Politecnico di Torino. 

I crediti destinati ad Altre Attività possono essere utilizzati per tirocini, stage, laboratori.  

La Prova finale consiste in una tesi (di elaborazione o di ricerca). Le tesi di ricerca spesso vengono svolte attraverso un periodo di lavoro sul campo, presso imprese o enti italiani o stranieri o organizzazioni internazionali.

 

CAMPUS LUIGI EINAUDI

Lungo Dora Siena 100, 10153 Torino

sito ufficiale: www.didattica-est.unito.it